LA CAMARISTA

La domestica

di Lila Avilés
Messico 2019
102 min

con Gabriela Cartol, Teresa Sánchez, Agustina Quinci, Alán Uribe

#Sociale #OperaPrima #DirittiSulLavoro 

 Oscar 2020:
Candidato per il Messico al Miglior Film Internazionale

Premi Ariel 2019:
Miglior Opera Prima

Festival di Marrakech 2019:
Premio della Giuria

Morelia International Film Festival 2018:
Miglior Film

Festival di La Habana 2018:
Premio della Giuria

Sinossi:

La timida e riservata Eve lavora come cameriera in un hotel di lusso a Città del Messico. Le richieste dei facoltosi ospiti, spesso bislacche e pretenziose, non fanno che sottolineare il divario socioeconomico tra inservienti e clienti dell’alloggio, parabola di un’intera nazione, divisa più che mai tra chi si trova sempre più in alto e chi può solo aspirare a salire faticosamente un gradino nella scala sociale.

Candidato messicano all’Oscar 2020 al miglior film internazionale, Lila Avilés ha messo a frutto la lunga esperienza teatrale, partendo da una pièce già portata sul palcoscenico dall’attrice e regista.

All’origine del film c’è anche il libro Hotel della fotografa e visual artist Sophie Calle, frutto della sua esperienza come cameriera in un hotel a Venezia. Come una spia, Calle fotografò tutti gli oggetti, i rifiuti e i vestiti che gli ospiti lasciavano nelle loro stanze, comprendendo il loro comportamento e personalità attraverso le loro cose.