Memorias del subdesarrollo

Memorie del sottosviluppo

Memorias del subdesarrollo - CinemaSpagna 2019

REGIA
Tomás Gutiérrez Alea

CON
Sergio Corrieri, Daisy Granados, Eslinda Nunez, Omar Valdes

ANNO
1968

NAZIONALITÀ
Cuba

DURATA
97 min.

PREMI

  • Karlovy Vary Film Festival 1968:
    Premio FIPRESCI

Film restaurato dalla Cineteca di Bologna presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata in associazione con l’Instituto Cubano del Arte e Industria Cinematograficos (ICAIC), grazie al sostegno della George Lucas Family Foundation e The Film Foundation’s World Cinema Project.

Condividi su...

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Memorias del subdesarrollo

Memorie del sottosviluppo

“La Rivoluzione, anche se distrugge me, è pur tuttavia la mia vendetta sulla stupida borghesia cubana”: così parla Sergio nel suo appartamento a L’Avana: Fidel ha trionfato, tutto è cambiato intorno a lui… che può finalmente mettersi a scrivere il libro che ha sempre avuto in mente. Il libro è una sorta di diario: è il film stesso, in cui si incrociano ricordi infantili, riprese documentarie, inserti televisivi, immagini della tentata invasione della Baia dei Porci. Nel frattempo Sergio conosce Elena: tra i due inizia una relazione mentre la Storia fa il suo corso. Il 22 ottobre 1962, in televisione John F. Kennedy annuncia l’isolamento di Cuba. È la crisi che porta il mondo sull’orlo della guerra atomica. Geniale e libero, il film aprì gli occhi della critica internazionale: il neorealismo e la nouvelle vague, fusi in un punto di vista vigoroso e originale. L’America latina raccontata dall’America latina. Cult dei cult della Storia del cinema. Imperdibile.

Clásicos //

#Cuba #Revolución #Cult #Latinoamerica #Scrittura

altri film

tappe

film

registi

partner